Ritorna alle Analisi

Occhi puntati sul nido di Francoforte

In Eurozona gli investitori stanno valutando la possibilità che la Banca Centrale Europea interrompa il suo ciclo di restrizione monetaria...

In Eurozona gli investitori stanno valutando la possibilità che la Banca Centrale Europea interrompa il suo ciclo di restrizione monetaria, nonostante i livelli di inflazione abbiano superato l’obiettivo del proprio mandato e siano emerse preoccupazioni sul rischio di un rallentamento economico o di stagflazione nell’Eurozona. Per quanto riguarda l’euro, il clima economico tedesco misurato dall’Istituto IFO è migliorato a 86.9 per il mese di ottobre. Le decisioni dell’Eurotower sono attese oggi alle 14.15, mentre Madame Lagarde palerà trenta minuti più tardi.

Sul fronte dei dati economici USA, l’unico elemento in gioco nel calendario economico è stato il dato sulle vendite di nuove case: queste sono aumentate del 12,3% a settembre, raggiungendo un tasso annuo destagionalizzato di 759 mila unità. Questa lettura ha seguito il calo dell’8.2% registrato ad agosto ed è risultata migliore delle aspettative del mercato che prevedeva un modesto aumento a un tasso annuale di 680 mila unità. Per quanto riguarda invece la politica monetaria USA si pensa che la FED inizierà probabilmente a tagliare i tassi dal prossimo marzo. Anche con i tagli però la politica monetaria dovrebbe rimanere restrittiva per tutto il 2024 e anche nel 2025.

Sale l’attesa per la prossima riunione della Bank of England che si terrà il prossimo 2 novembre. L’ultima votazione ha lasciato invariati i tassi, dopo una serie di rialzi che hanno portato l’interbancario ad un livello del 5.25%. La votazione precedente ha visto un 5 votanti favorevoli alla pausa, contro 4 che volevano un rialzo. Per gli analisti, la prossima votazione avrà invece 6 votanti favorevoli a mantenere i tassi invariati, contro 3 che si opporranno. È probabile, come dichiarato anche in precedenza da alcuni economisti, che la BoE con molta probabilità andrà a mantenere alti i tassi interbancari nonostante la crescita economica non esaltante.

Calendario Economico

14:15 – Decisione tassi interesse BCE
14:30 – PIL USA

14:30 – Richieste iniziali sussidi disoccupazione USA

14:45 – Conferenza Stampa BCE

EURUSD: 1.0530

EURGBP: 0.8720

Ready to talk FX?

Get in touch with one of our friendly and knowledgeable experts to see how FX strategy can drive commercial impact in your business.

Contattaci

Altri
Analisi di mercato

Find out how we have helped our clients meet their hedging requirements.

Per saperne di più sulle nostre soluzioni Forex intelligenti
Contattaci