Return to Insights

Occhi puntati sul nido di Francoforte

In Eurozona gli investitori stanno valutando la possibilità che la Banca Centrale Europea interrompa il suo ciclo di restrizione monetaria...

In Eurozona gli investitori stanno valutando la possibilità che la Banca Centrale Europea interrompa il suo ciclo di restrizione monetaria, nonostante i livelli di inflazione abbiano superato l’obiettivo del proprio mandato e siano emerse preoccupazioni sul rischio di un rallentamento economico o di stagflazione nell’Eurozona. Per quanto riguarda l’euro, il clima economico tedesco misurato dall’Istituto IFO è migliorato a 86.9 per il mese di ottobre. Le decisioni dell’Eurotower sono attese oggi alle 14.15, mentre Madame Lagarde palerà trenta minuti più tardi.

Sul fronte dei dati economici USA, l’unico elemento in gioco nel calendario economico è stato il dato sulle vendite di nuove case: queste sono aumentate del 12,3% a settembre, raggiungendo un tasso annuo destagionalizzato di 759 mila unità. Questa lettura ha seguito il calo dell’8.2% registrato ad agosto ed è risultata migliore delle aspettative del mercato che prevedeva un modesto aumento a un tasso annuale di 680 mila unità. Per quanto riguarda invece la politica monetaria USA si pensa che la FED inizierà probabilmente a tagliare i tassi dal prossimo marzo. Anche con i tagli però la politica monetaria dovrebbe rimanere restrittiva per tutto il 2024 e anche nel 2025.

Sale l’attesa per la prossima riunione della Bank of England che si terrà il prossimo 2 novembre. L’ultima votazione ha lasciato invariati i tassi, dopo una serie di rialzi che hanno portato l’interbancario ad un livello del 5.25%. La votazione precedente ha visto un 5 votanti favorevoli alla pausa, contro 4 che volevano un rialzo. Per gli analisti, la prossima votazione avrà invece 6 votanti favorevoli a mantenere i tassi invariati, contro 3 che si opporranno. È probabile, come dichiarato anche in precedenza da alcuni economisti, che la BoE con molta probabilità andrà a mantenere alti i tassi interbancari nonostante la crescita economica non esaltante.

Calendario Economico

14:15 – Decisione tassi interesse BCE
14:30 – PIL USA

14:30 – Richieste iniziali sussidi disoccupazione USA

14:45 – Conferenza Stampa BCE

EURUSD: 1.0530

EURGBP: 0.8720

Ready to talk FX?

Get in touch with one of our friendly and knowledgeable experts to see how FX strategy can drive commercial impact in your business.

Contact us

Related
Commentary

Find out how we have helped our clients meet their hedging requirements.

US Growth and Inflation in Focus 

Thought for Thursday, markets look towards US GDP data release this afternoon, nationalisation of UK railways announced by Labour, and release of US PCE inflation data.

Morning Update

Word of the week Wednesday, rebound in share price for Tesla, forecasts for the price of oil slashed by Russian Ministry of Economic Development, and what's happening today.

UK Announces Fresh Military Aid Package for Ukraine

Travel Tuesday, fresh military funding aid announced for Ukraine, FTSE 100 markets close at record highs, strikes in May will cause disruption for UK airports.

US House Approves Additional Aid for Ukraine

Macro Monday, military aid package for Ukraine approved by US House, lowest level of trade for oil prices, and what's happening today.

Israel Hits Iran’s Isfahan Province

Friday feeling, Israeli missile strike on Iran, today's speech from the PM on sicknote culture, and lower-than-expected UK retail sales for March.

Jeremy Hunt Going for More Tax Cut Headlines

Thought for Thursday, Jeremy Hunt speaks about further tax cuts in Washington, US House Speaker wants action for votes on US foreign aid bills, second year for Sudanese conflict, and what's happening today.

Headaches Remain for Threadneedle Street

Word of the week Wednesday, higher-than-expected UK inflation, worst day in nine months for FTSE 100, and latest data release for Chinese growth.

Tensions Continue to Rise in the Middle East

Travel Tuesday, continued geopolitical tensions in the Middle East, European Council look to unify Europe's capital markets, highest level of UK unemployment since last June, and new sanctions on aluminium cause prices to rise.

Find out more about our foreign exchange solutions
Contact us