Ritorna alle Analisi

In cerca di indizi

Nella sua ultima apparizione al World Economic Forum di Davos, Christine Lagarde ha affermato ancora una volta che l'inflazione sta scendendo a livello globale...

Nella sua ultima apparizione al World Economic Forum di Davos, Christine Lagarde ha affermato ancora una volta che l’inflazione sta scendendo a livello globale e che ci sono segnali di allentamento del mercato del lavoro. Tuttavia, in quuesta occasione si è tenuta lontana da commenti sulla politica monetaria, in quanto entrata nella settimana di blackout pre-meeting di politica monetaria della BCE, che si terrà giovedì 26. La situazione nel Mar Rosso e la momentanea (si spera) impennata dei prezzi legati ai trasporti potrebbe servire un assist a Francoforte sul rimandare ulteriormente l’avvio di una politica accomodante. Il Producer Price Index tedesco ha subito una contrazione dell’1.2% a dicembre e dell’8.6% su base annua, contro lo 0.5% e l’8% previsto dagli esperti di mercato.

Negli States, Ron DeSantis ha annunciato di ritirarsi dalla corsa alle Primarie Repubblicane, virando sforzi e appoggi su Donald Trump. In attesa dei giudizi dei vari tribunali, il Tycoon assesta un bel colpo sulla rincorsa alla poltrona di Washington. Sul fronte economico, i numeri dell’Università del Michigan non sono riusciti a innescare un breakout: il dato sul sentiment è

salito a 78.8 da 69.7 e ha battuto il 70.1 previsto. Le vendite di abitazioni esistenti sono diminuite nel mese di dicembre, registrando 3.78 milioni di unità vendute.

La spesa delle famiglie britanniche ha subito una significativa contrazione, in quanto i singoli individui hanno dovuto affrontare il pesante fardello dell’aumento dei tassi di interesse e dell’inflazione dei prezzi al consumo, che ha aggravato la crisi del costo della vita. Ci si aspettava che il forte calo delle vendite al dettaglio avrebbe allentato la pressione sulle prospettive di un’inflazione ostinatamente alta, ma alla fine non è stato sufficiente a spostare l’ago della bilancia. Una contrazione significativa delle vendite al dettaglio avrebbe potuto aumentare le probabilità di un taglio anticipato dei tassi da parte della Banca d’Inghilterra. Nonostante il calo significativo della spesa al consumo nel Regno Unito, tuttavia, si prevede che i responsabili politici della BoE manterranno un orientamento di politica monetaria restrittivo fino a quando non saranno convinti che l’inflazione sottostante tornerà al target del 2% in modo tempestivo e sostenibile.

EURUSD: 1.0890

 

EURGBP: 0.8575

Ready to talk FX?

Get in touch with one of our friendly and knowledgeable experts to see how FX strategy can drive commercial impact in your business.

Contattaci

Altri
Analisi di mercato

Find out how we have helped our clients meet their hedging requirements.

Per saperne di più sulle nostre soluzioni Forex intelligenti
Contattaci