Ritorna alle Analisi

Anche la BoE si mette in pausa

Il Membro del Consiglio Direttivo BCE Knot ha dichiarato che molto probabilmente l’Istituto Centrale manterrà i tassi stabili in occasione della prossima riunione.

Nello specifico, durante l’intervista a una radio olandese ha detto di ritenere che i tassi di interesse siano attualmente al livello giusto e non crede che sia necessario cambiarli nel breve termine.
Pareri discordanti da parte del governatore della Banca Centrale Belga Pierre Wunsch, in quanto ha dichiarato che l’Eurotower potrebbe avere bisogno di inasprire ulteriormente la propria politica monetaria, vista l’abbondanza di pressioni inflazionistiche.
Intanto, dalla Turchia, continua il processo di stretta monetaria, in quanto l’Istituto Centrale ha deciso di portare i tassi di interesse al 30%, livello più alto dal 2003.

La Federal Reserve ha sì confermato la pausa che tutti si aspettavano ma il presidente Jerome Powell ha anche preannunciato un altro aumento dei tassi di interesse entro fine anno. Riguardo alla situazione Usa Tiffany Wilding, economista di Pimco, ha dichiarato che si aspetta una notevole accelerazione della produttività e un aumento del tasso di interesse

naturale di breve periodo. Questo riporterà l’inflazione verso il basso senza aumento del tasso di disoccupazione o crescita inferiore alla tendenza.

Nel Regno Unito è stata la giornata della decisione della BoE in merito all’incremento o meno del tasso di riferimento. Per ora la Bank of England ha scelto di interrompere la lunga scia di rialzi che ha caratterizzato l’economia britannica negli ultimi mesi, lasciando invariato il tasso di riferimento al 5,25%. La scelta, seppur non condivisa da alcuni membri della BoE, si è resa necessaria a causa del rallentamento dell’economia britannica, ben rappresentata dai dati sui prezzi al consumo di agosto scesi al minimo di 18 mesi, e dal dato dell’inflazione in decremento ad agosto rispetto a luglio. Nella lettera sull’inflazione, Bailey ha dichiarato che non si escludono eventuali incrementi dei tassi entro fine anno nel caso in cui i dati non dovessero migliorare.

Calendario Economico

09:30 – PMI Germania (Set)

10:00 – PMI UE (Set)

12:00 – Discorso De Guindos BCE
15:45 – PMI USA

EURUSD: 1.0640

EURGBP: 0.8680

Ready to talk FX?

Get in touch with one of our friendly and knowledgeable experts to see how FX strategy can drive commercial impact in your business.

Contattaci

Altri
Analisi di mercato

Find out how we have helped our clients meet their hedging requirements.

Per saperne di più sulle nostre soluzioni Forex intelligenti
Contattaci