Ritorna alle Analisi

L’inflazione UK verso il target nel 2025

Il Continente Blu è diventato verde per un giorno, quantomeno a livello di dati...

Il Continente Blu è diventato verde per un giorno, quantomeno a livello di dati: il PPO è diminuito del -9.4% rispetto al -9.5% atteso e sia i PMI dei servizi che il manifatturiero hanno registrato valori superiori alle aspettative. Sebbene entrambi sotto il valore di 50, il primo ne ha segnato uno di 49.6 vs 48.7, mentre il secondo uno di 48.7 vs 48.2. Ad alleggerire la pressione provocata dai tassi d’interesse, le parole del membro della BCE Schnabel hanno confermato l’improbabilità riguardo ulteriori incrementi.

In USA l’attività economica nel settore dei servizi è cresciuta a novembre per l’undicesimo mese consecutivo. L’ISM Services PMI si è attestato a 52.7, in aumento rispetto al 51.8 di ottobre e al di sopra delle aspettative del mercato di 52. Per quanto riguarda invece il numero di posti di lavoro vacanti nell’ultimo giorno lavorativo di ottobre si è attestato a 8,7 milioni, come ha riferito martedì il Bureau of Labor Statistics statunitense nel Job Openings and Labor Turnover Survey. Questa lettura ha fatto seguito ai 9.35 milioni di aperture di settembre ed è risultata inferiore alle aspettative del mercato di 9.3 milioni. Il calo delle aperture di posti di lavoro JOLTS ha brevemente scosso i mercati, anche se il Biglietto Verde è tornato al punto in cui si trovava prima dell’uscita del numero. I numeri dell’Institute of Supply Management non hanno riservato sorprese.

L’attività del settore dei servizi nel Regno Unito si è espansa a novembre ed è stata rivista a 50.9 dal 49.5 stimato in precedenza a ottobre, il che ha fornito un certo sostegno alla sterlina. Inoltre, gli swap sui tassi d’interesse hanno alimentato la speculazione secondo cui la BoE

potrebbe iniziare a tagliare i tassi d’interesse nel giugno 2025, dando ulteriore speranza ai venditori di sterline. Dal punto di vista politico, Il Primo Ministro Rishi Sunak si trova di fronte a uno scenario economico desolante per le elezioni che dovrebbe indire l’anno prossimo, che si aggiunge alla sfida di cercare di annullare il forte vantaggio del partito laburista all’opposizione nei sondaggi d’opinione. L’economia sembra destinata ad avere nel migliore dei casi una crescita minima nel 2024, o forse nulla e le pressioni inflazionistiche rimarranno probabilmente forti, il che significa che la Banca d’Inghilterra probabilmente manterrà i tassi di interesse ai massimi da quindici anni per gran parte dell’anno. La BoE ha dichiarato di aspettarsi una crescita zero il prossimo anno, mentre i previsori del governo presso l’Office for Budget Responsibility e l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico hanno entrambi previsto una crescita dello 0.7%. L’inflazione è scesa da oltre l’11% nell’ottobre 2022, ma l’obiettivo del 2% potrà essere raggiunto forse alla fine del 2025, prolungando la perdita di potere di spesa delle famiglie.

Calendario Economico

10:30 – PMI costruzioni UK

11:00 – Vendite al dettaglio UE
12:00 – Discorso Bailey BoE

14:15 – ADP USA

EURUSD: 1.0780

EURGBP: 0.8550

Ready to talk FX?

Get in touch with one of our friendly and knowledgeable experts to see how FX strategy can drive commercial impact in your business.

Contattaci

Altri
Analisi di mercato

Find out how we have helped our clients meet their hedging requirements.

Per saperne di più sulle nostre soluzioni Forex intelligenti
Contattaci